Monumento dei sette quadranti

Fonte originale www.sevendials.co.uk

Thomas Neale ha ideato la caratteristica struttura a "sette quadranti" al fine di massimizzare il numero di case che potrebbero essere costruite sul sito e quindi il suo profitto. I nomi delle sette strade sono stati scelti con l'intenzione di attrarre bene i residenti, tuttavia alcuni dei nomi sono stati successivamente semplificati o modificati a causa della duplicazione con altre strade di Londra. In origine erano: Little and Great Earl Street (ora Earlham Street), Little e Great White Lyon Street (ora Mercer Street), Queen Street (ora Shorts Gardens) e Little & Great St. Andrew's Street (ora Monmouth Street). Alcuni dei segnali stradali originali sono ancora visibili negli edifici della zona.

Il monumento centrale originale fu progettato ed eretto allo stesso tempo. Se guardi da vicino noterai che la meridiana ha solo sei facce, il risultato di un precedente schema superato di Neale che includeva solo sei strade.

Neale mirava a stabilire Seven Dials come l'indirizzo più alla moda di Londra, seguendo le orme del successo dello sviluppo di Covent Garden Piazza all'inizio di quel secolo. Sfortunatamente, la zona non si è affermata come sperava Neale e si è deteriorata in una baraccopoli, rinomata per i suoi negozi di gin. Ad un certo punto ciascuno dei sette apici di fronte al Monumento ospitava un pub, le loro cantine e le volte collegate nel seminterrato forniscono utili vie di fuga in caso di necessità.

Nel 1716 John Gray osservò che l'area era rinomata per tipografi e cantanti di ballate. Dickens, in "Sketches by Boz", ha scritto "Lo sconosciuto che si ritrova per la prima volta nei quadranti ... all'ingresso di Sette passaggi oscuri, incerti su quale prendere, vedrà abbastanza intorno a lui per mantenere sveglia la sua curiosità tempo irrilevante ... "
Più tardi, suo figlio Charles Dickens Junior notò ulteriormente la povertà in cui era scesa la zona: negozi che vendevano beni di seconda e terza mano, un bizzarro gruppo di negozi che vendevano "ogni rarità di piccione, pollame e coniglio, insieme a uccelli rari come falchi, gufi e pappagalli, uccelli d'amore e altre specie autoctone e straniere ".

Ha notato che i bambini giocavano insieme nelle strade e senza sorveglianza, i loro genitori molto probabilmente in una delle sette case pubbliche che si trovavano di fronte al monumento per "è evidente qualunque cosa ci sia una mancanza nei quadranti, non c'è mancanza di soldi per bere".

Il diciannovesimo secolo vide un afflusso di lavoratori irlandesi nell'area, attratto da alloggi economici ma sovraffollati. Henry Mayhew osservò in "London Labour & The London Poor", 1861: "In molte case di Monmouth Street esiste un sistema di subaffitto tra i giornalisti. In una stanza alloggiavano un uomo e sua moglie, (una lavandaia), 4 bambini e 2 giovani single. La donna è stata effettivamente consegnata in questa stanza mentre gli uomini continuavano a lavorare - non hanno mai perso un'ora di lavoro! "

Questo continuo afflusso di residenti ha accelerato lo sviluppo della zona circostante, Endell Street è stata seguita da Charing Cross Road e Shaftesbury Avenue negli anni ottanta del XIX secolo, il che ha gradualmente alleggerito la pressione sulla zona e ha permesso una graduale gentificazione mentre gli artigiani e le grandi imprese si trasferivano.

Tuttavia, nonostante alcune demolizioni e ristrutturazioni nel XIX e XX secolo, molti degli edifici originali rimangono e conservano le caratteristiche originali.
Il centro di Thomas Neal, in precedenza a volte, un magazzino di banane, cetrioli e libri conserva il nome dello sviluppatore originale, a cui Neal Street prende anche il nome. Il triangolo Comyn Ching, una piazza tranquilla situata tra Monmouth, Mercer e Shelton Streets, prende il nome da un'azienda locale di ferramenta architettonica. Le attività di lunga data rimangono ancora nell'area come i becchini di Albert France a Monmouth Street, che si ritiene abbiano organizzato il funerale di Nelson. C'è stato un mercato dei fiori in Earlham Street per molti anni, un ramo del più famoso mercato dei fiori di Covent Garden. Neal's Yard, che ospita un certo numero di caffè vegetariani, negozi di new age e negozi di rimedi omeopatici, è stata la casa di medicina alternativa, occultismo e astrologi dal 17 ° secolo, tutti attratti dalla meridiana e dalla struttura simbolica delle stelle delle strade.

Alcune parti dei Seven Dials sono cambiate poco da quando Thomas Neale le ha progettate nel 17 ° secolo - e l'area continua a offrire un bizzarro mix di negozi, divertimenti e residenze.
Rif:
Dentro e intorno a Covent Garden
Covent Garden Post (John Richardson)
The Annals of London (John Richardson)
London the Biography (Peter Ackroyd)